La nostra attività è centrata sulla diagnosi e la terapia chirurgica delle malattie neoplastiche e infiammatorie della ghiandola tiroidea e delle paratiroidi. Nell’unità di Chirurgia Generale dell’Ospedale Dott. Pederzoli vengono eseguite ogni anno più di 200 visite ambulatoriali e 1500 ecografie. Gli interventi chirurgici sono circa 100 ogni anno.

Dal 2015 l’Unità di Endocrinochirurgia ha ottenuto l’ambito riconoscimento a livello nazionale come Centro di Riferimento di Chirurgia della Tiroide, accreditata U.E.C

 ATTIVITA’

  • Ambulatorio di chirurgia tiroidea (Giovedì ore 15,30)
  • Ambulatorio ecografie tiroidee (Lunedì ore 15,30)
  • Ambulatorio di libera professione (Dottor Casaril, Dottor Inama)

 

 

 

 

AMBULATORIO DI ENDOCRINOCHIRURGIA

La tiroide può presentare diversi tipi di patologie legate al suo funzionamento (aumentato o ridotto), alla sua dimensione o all’insorgenza di tumori. La maggior parte di queste malattie hanno una cura medica, alcune invece richiedono l’intervento chirurgico. In ambulatorio di Endocrinochirurgica vengono eseguite prime visite o visite di controllo durante le quali il medico valuta la migliore terapia per il singolo caso.

PATOLOGIE DELLA TIROIDE

AMBULATORIO DI DIAGNOSTICA TIROIDEA

L’ecografia tiroidea è l’esame principale nella diagnosi delle patologie tiroidee. Tale metodica è in grado di studiare nel dettaglio la ghiandola, le sue caratteristiche, le dimensioni, i rapporti con gli organi vicini (esofago e trachea) e le caratteristiche degli eventuali noduli presenti. Esistono specifici criteri ecografici di sospetto neoplastico dei noduli tiroidei, criteri che portano a porre l’indicazione ad approfondimenti più accurati (agoaspirato ecoguidato).

AGOASPIRATO ECOGUIDATO: l”agoaspirato ecoguidato:(FNA)della tiroide è l’esame di completamento dello studio dei noduli tiroidei. Esistono specifici criteri ed indicazioni all’esecuzione di tale metodica. L’agoaspirato ecoguidato è, in mani esperte, una metodica sicura ed affidabile, con scarsi rischi ed elevato potere diagnostico. E’ minimamente invasivo e non necessita di alcuna preparazione prima della sua esecuzione.

CHIRURGIA TRADIZIONALE

La chirurgia della tiroide comprende essenzialmente due tipi di intervento:

CHIRURGIA MININVASIVA

MIVAT (Mini-Invasive Video-Assisted Thyroidectomy) La tiroidectomia mini-invasiva video-assistita è una tecnica chirurgica che permette di asportare l’intera tiroide mediante una mini-incisione (solitamente 1.5cm) con l’ausilio di una telecamera. Vengono sottoposti a MIVAT pazienti con tiroidi di piccolo volume, solitamente senza tiroidite pregressa o in corso.
I vantaggi rispetto all’intervento tradizionale consistono in un minor traumatismo con minor dolore post-operatorio, che permettono una precoce dimissione, ed una incisione minima, con un risultato estetico più gradevole.

RADIOFREQUENZA PERCUTANEA La TermoAblazione mediante RadioFrequenza (RFA) è una tecnica che sfrutta la capacità delle radiofrequenze di generare calore all’interno di un tessuto. Già collaudata in diversi tipi di patologie (del fegato, pancreas, polmone, osso), negli ultimi anni è stata applicata anche al trattamento di alcune patologie della tiroide.
Sotto guida ecografica, viene introdotto attraverso la cute un ago-elettrodo nella tiroide. Una volta posizionato l’ago, il generatore viene attivato e dalla punta dell’ago stesso vengono erogate RadioFrequenze.La conseguenza è la generazione di calore all’interno dell’organo tramite cui si ottiene la necrosi (morte del tessuto) di una zona ben delimitata, stabilita dall’operatore.
Viene utilizzata per il trattamento di noduli tiroidei o di voluminosi gozzi (per ridurne il volume e la sintomatologia compressiva) in pazienti che rifiutano la chirurgia o che hanno assolute controindicazioni ad essa.
Il vantaggio è la minima inviasività, la dimissione rapida e l’assenza di cicatrice sul collo.